ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

RETE DISARMO, bene proposta Sindaco Cialente su taglio F-35 per L'Aquila

Il Coordinatore Francesco Vignarca: in campagna elettorale si è promessa riduzione programma JSF ora si passi ai fatti
5 aprile 2013
Fonte: ADN Kronos - 04 aprile 2013

NO F35 La proposta del sindaco dell'Aquila va nella direzione che indichiamo da tempo cioè il blocco dell'acquisto degli F-35". Così Francesco Vignarca, coordinatore della Rete per il disarmo, accoglie l'appello di Massimo Cialente, primo cittadino del capoluogo abruzzese che, intervistato dall'Adnkronos, ha lanciato la proposta di rinunciare all'acquisto di due cacciabombardieri destinando i fondi risparmiati alla ricostruzione della città. "Una richiesta che sosteniamo con forza e che si unisce a quella di numerose altre amministrazioni locali", aggiunge Vignarca.

"Da tempo sosteniamo che i 50 miliardi di euro previsti per l'acquisto degli F-35 potrebbero essere impiegati per interventi a favore dei cittadini quali l'abbassamento della tassazione, il supporto alla sanità e all'istruzione e gli stanziamenti agli enti locali", prosegue Vignarca. "Parliamo di fondi non messi a bilancio né vincolati che potrebbero essere subito disponibili per interventi concreti - sottolinea - In pratica se l'Italia sceglie di non portare avanti l'acquisto dei velivoli, avrà subito a disposizione circa 1,5 miliardi all'anno da dirottare su problemi reali come la ricostruzione de L'Aquila".

Da qui l'appello lanciato dalla Rete del disarmo al nuovo Parlamento per fermare immediatamente l'acquisto degli F-35: "Se rileggiamo le dichiarazioni elettorali dei partiti, la maggior parte di loro era a favore della sospensione o della cancellazione del programma - evidenzia Vignarca - Ecco perché oggi chiediamo che si proceda immediatamente alla sospensione dell'acquisto dei cacciabombardieri senza attendere lo sblocco della situazione politica. I numeri in Parlamento già ci sono".

.