ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

Russia venderĂ  armi alla Siria, cerca espansione altri mercati

Fonte: Reuters - 17 agosto 2011

Il più grande esportatore d'armi russo ha detto oggi che non sospenderà la vendita di materiale bellico alla Siria, nonostante l'appello degli Usa a Mosca per fermare questo commercio con Damasco.

La Russia, il secondo esportatore d'armi al mondo, vuole compensare la perdita di contratti da 4 miliardi di dollari dovuta all'embargo Onu sulla Libia quest'anno e sta anche guardando ad Africa, Sudamerica e Sud-est asiatico.

Il segretario di Stato Usa Hillary Clinton ha fatto pressioni sulla Russia la scorsa settimana affinché sospendesse la fornitura di armi alla Siria, uno dei migliori clienti dell'industria della difesa russa, dopo la repressione delle proteste contro il presidente Basar al-Assad.
Aereo russo
"Ci sono state consegne di armi alla Siria lo scorso anno e ce ne saranno quest'anno. Continueranno", ha detto Natola Isaykin, direttore generale del primo esportatore di armi russo, Rosoboronexport, in una conferenza stampa al debutto dell'airshow alle porte di Mosca.

Non ci sono segnali dal Cremlino che la Russia risponderà positivamente all'appello di Clinton. Mosca ha più volte detto che le vendite nella regione rispettano il diritto internazionale e non minacciano la sicurezza regionale.

la Russia si è ricavata una nicchia di mercato, vendendo armi a paesi che non vogliono o possono comprarle dal primo esportatore mondiale, gli Stati Uniti.

Isaykin ha detto che Rosoboronexport rispetterà i termini contrattuali per le consegne alla Siria, compresa la fornitura del caccia leggero Yak-130, acquistato di recente da Damasco.

Note: Articolo al link http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE77G0T920110817
.