ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

GRAZIE AL BENIN ENTRA IN VIGORE CONVENZIONE CONTRO ARMI LEGGERE

Fonte: MISNA - 23 novembre 2009

Con la ratifica da parte del governo del Benin, entra in vigore la 'Convenzione contro la proliferazione di armi leggere e di piccolo calibro' (Alpc) adottata nel Giugno 2006 ad Abuja dai 15 paesi membri della Comunità economica degli stati dell’Africa occidentale (Ecowas/Cedeao). Lo riferisce oggi l’organismo regionale con sede a Dakar in una nota che sottolinea l’importanza della ratifica da parte di Porto-Novo, che risale allo scorso 29 Settembre, dopo quella di otto altre (Benin, Liberia, Mali, Nigeria, Niger, Senegal, Sierra Leone, Togo), consentendo l’entrata in vigore della convenzione. Il testo proibisce il traffico di armi tra Stati membri della Cedeao così come il trasferimento di armamenti ad attori non-statali senza l’accordo del governo del paese importatore; la convenzione prevede tuttavia alcune deroghe nei casi di legittima difesa, di minacce alla sicurezza nazionale o di partecipazione di un paese firmatario ad una missione di mantenimento della pace. Ad oggi manca ancora la ratifica di altre sei nazioni; “ai fini delle sicurezza collettiva della regione e visti i movimenti transfrontalieri di armi leggere è necessario che la Convenzione venga ratificata da tutti gli stati membri della Cedeao” ha detto il ghaneano Mohamed Ibn Chambas, presidente della Commissione dell’organismo regionale. La Convenzione ha inoltre consentito l’istituzione di Commissioni nazionali di coordinamento nella lotta contro le armi e di un Gruppo di controllo sovranazionale guidato da esperti indipendenti.

.