ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

In aumento l'export di armi svizzere

Fonte: TicinoNews - 18 febbraio 2008

La Svizzera lo scorso anno ha esportato armi e materiale bellico per complessivi 464,5 milioni di franchi, in aumento del 16,8% rispetto al 2006. I cinque maggiori clienti dell'industria elvetica dell'armamento sono sono stati la Germania (62 milioni di franchi), l'Irlanda (51 milioni), gli Stati Uniti e la Danimarca (42 milioni di franchi ciascuno), e la Gran Bretagna (40 milioni), indica in un comunicato la Segreteria di stato dell'economia SECO. Svizzera

Segue il Pakistan, al quale sono stati forniti sei sistemi di difesa antiaerea per un importo di 38 milioni di franchi. Il Consiglio federale, nello scorso novembre, ha sospeso le autorizzazioni di esportazione verso questo paese e, di conseguenza, ogni ulteriore consegna di materiale bellico.

Il 74% dell'export ha avuto come destinazione l'Europa, il 13% gli USA, il 13% l'Asia, lo 0,5% l'Africa e un altro 0,5% l'Australia. I prodotti piĆ¹ esportati sono stati i veicoli corazzati (in misura pari al 27%), le munizioni (26%), le armi di ogni calibro (18%) e gli aeromobili militari (10%). L'industria bellica rappresenta lo 0,24% delle esportazioni complessive di merci dell'economia svizzera.

Note: Articolo al link http://new.ticinonews.ch/articolo.aspx?id=48577&rubrica=14
.