ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

<p>ACLI - Archivio Disarmo - ARCI - ARCI Servizio Civile - Associazione Obiettori Nonviolenti - Associazione Papa Giovanni XXIII - Associazione per la Pace - Beati i costruttori di Pace - Campagna Italiana contro le Mine - Centro Studi Difesa Civile - Conferenza degli Istituti Missionari in Italia - Coordinamento Comasco per la Pace - FIM-Cisl - FIOM-Cgil - Fondazione Finanza Etica - Gruppo Abele - Libera - Movimento Internazionale della Riconciliazione - Movimento Nonviolento - Noi Siamo Chiesa - Pax Christi Italia - Un ponte per...</p>

Sito ufficiale della Rete Italiana per il Disarmo

Rete Italiana per il Disarmo

Nell'occhio del disarmo

Un futuro di Pace e Disarmo: le domande della nostra Rete ai candidati e candidate delle Elezioni Politiche 2018

Un futuro di Pace e Disarmo: le domande della nostra Rete ai candidati e candidate delle Elezioni Politiche 2018

Domande dirette ai candidati ed alle candidate, sui temi di Pace e Disarmo propri dell'azione della nostra Rete

IN PRIMO PIANO

  • “Non investite in armi!”, appello da tutta Europa alle istituzioni UE

    “Non investite in armi!”, appello da tutta Europa alle istituzioni UE

    Consegnate ai rappresentanti di Parlamento Europeo e Commissione UE oltre 140.000 firme - raccolte da ENAAT e WeMoveEU - di cittadine e cittadini contrari all’utilizzo di fondi comunitari per sovvenzionare l’industria degli armamenti
  • “Killer robots”: anche l’Italia faccia la propria parte per una messa al bando preventiva

    “Killer robots”: anche l’Italia faccia la propria parte per una messa al bando preventiva

    Discusse oggi alla Camera dei Deputati alcune mozioni sulle “armi letali completamente autonome” (i cosiddetti killer robots), pochi giorni dopo il dibattito in sede ONU su questi nuovi sistemi d’arma. La Rete Italiana per il Disarmo (parte della Campagna internazionale “Stop Killer Robots”) chiede a Parlamento e Governo che l’Italia si ponga in prima linea nel bandire armamenti che renderebbero le guerre del futuro ancora più inumane.
  • La Campagna Italiana Contro le Mine e Rete Disarmo: urgente recepire le indicazioni per sanare il vulnus costituzionale indicato dalla Presidenza della Repubblica e votare la legge in questa legislatura.
    Rinvio del Presidente Mattarella alle Camere della Legge "Misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e sub-munizioni a grappolo”

    La Campagna Italiana Contro le Mine e Rete Disarmo: urgente recepire le indicazioni per sanare il vulnus costituzionale indicato dalla Presidenza della Repubblica e votare la legge in questa legislatura.

    Lanciato appello ai Presidenti di Camera e Senato ed ai Capigruppo: in base all’art 7 della legge 95/2011 gli intermediari finanziari abilitati già non dovrebbero, dal 4 luglio 2011,  aver fornito supporto finanziario ai produttori di munizioni cluster e sub-munizioni. L’articolo della legge è onnicomprensivo.
    28 ottobre 2017 - Francesco Vignarca
  • La Settimana ONU per il disarmo: occasione di rilancio per mobilitazioni di Pace

    La Settimana ONU per il disarmo: occasione di rilancio per mobilitazioni di Pace

    Prende il via la ricorrenza voluta dalle Nazioni Unite che dal 1995, con richiesta specifica dell’Assemblea Generale, coinvolge anche la società civile al fine di promuovere sempre di più nell’opinione pubblica una migliore comprensione delle tematiche del disarmo
  • Raddoppia autorizzazione ad export armi italiane, ma il Governo ne è contento
    Rete Disarmo: tendenza che alimenta i conflitti, servirebbe invece più controllo e maggiore responsabilità

    Raddoppia autorizzazione ad export armi italiane, ma il Governo ne è contento

    Crescono vertiginosamente le autorizzazioni all'export militate italiano: 14,6 miliardi di euro (+85% rispetto al 2015, +452% rispetto al 2014). Il valore delle esportazioni effettive si attesta sui 2,85 miliardi, in linea con il passato, ma gli effetti delle autorizzazioni 2016 si vedranno nei prossimi anni. Pesa la mega-commessa (oltre 7 miliardi) di caccia Eurofighter per il Kuwait, ma tra i principali Paesi destinatari troviamo anche Arabia Saudita, Qatar, Turchia, Pakistan, Angola, Emirati Arabi Uniti. Oltre il 60% delle nostre armi finirà a Paesi fuori da UE e NATO.
    Per Rete Disarmo si tratta di una politica insensata e che contribuirà a far crescere i conflitti, in contrasto con le nostre necessità di politica estera, come vorrebbe la legge 185/90

Commercio di armi

Traffici di armi

  • Bloccato traffico di armi dai Balcani

    Bloccato traffico di armi dai Balcani

    I carabinieri del Ros sequestrano 72 pistole e oltre 70 tra fucili, mitra, mitragliatrici pesanti, un lanciarazzi e un mortaio oltre a munizioni ed esplosivi Cinque gli italiani arrestati per detenzione abusiva di armi e munizioni. In manette anche due cittadini sloveni e tre croati Si valuta anche l’ipotesi
    del collezionismo
    Francesco Dal Mas
  • Il gruppo Beretta sotto inchiesta in Finlandia

    Il gruppo Beretta sotto inchiesta in Finlandia

    Il maggior produttore italiano di armi leggere ha utilizzato le carenze delle legislazioni nazionali ed europee per rifornire paesi in cui si sono violati i diritti umani

Export militare italiano

Spese militari

Notizie di disarmo

Analisi

.