ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

ACLI - Agenzia per la Pace Sondrio - Amnesty International - Archivio Disarmo - ARCI - ARCI Servizio Civile - Associazione Obiettori Nonviolenti - Associazione Papa Giovanni XXIII - Associazione per la Pace - ATTAC - Beati i costruttori di Pace - Campagna Italiana contro le Mine - Campagna OSM-DPN - Centro Studi Difesa Civile - Conferenza degli Istituti Missionari in Italia - Coordinamento Comasco per la Pace - FIM-Cisl - FIOM-Cgil - Fondazione Culturale Responsabilità Etica - Gruppo Abele - ICS - Libera - Mani Tese - Movimento Internazionale della Riconciliazione - Movimento Nonviolento - OSCAR - Pax Christi - PeaceLink - Rete di Lilliput - Rete Radiè Resch - Traduttori per la Pace - Un ponte per...

Sito ufficiale della Rete Italiana per il Disarmo

Rete Italiana per il Disarmo - Discussione parlamentare legge 185

Nell'occhio del disarmo

Rete Disarmo al Parlamento: perché non controllate l’export armato?

Rete Disarmo al Parlamento: perché non controllate l’export armato?

La Rete Italiana per il Disarmo Rete Disarmo chiede al Parlamento di esaminare l’export di sistemi militari e continua a denuncia ingiustificate modifiche nella Relazione governativa.

IN PRIMO PIANO

  • Mandare armi e militari in Iraq peggiora la situazione

    Mandare armi e militari in Iraq peggiora la situazione

    Chiediamo che il Parlamento fermi le scelte del Governo italiano
  • “Un'altra difesa è possibile”, al via l’iniziativa

    “Un'altra difesa è possibile”, al via l’iniziativa

    Una campagna e mobilitazione comune di:
    Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale per il Servizio Civile, Rete della Pace, Rete Italiana per il Disarmo, Sbilanciamoci!, Tavolo Interventi Civili di Pace
  • Raggiunte le 50 ratifiche: Trattato sulle armi in vigore a Natale

    Raggiunte le 50 ratifiche: Trattato sulle armi in vigore a Natale

    Con il deposito degli strumenti di ratifica di 7 Stati viene raggiunto e superato il numero di 50 adesioni al Trattato, necessario per far partire il processo di entrata in vigore. Proprio il giorno di Natale questo accordo, che fissa per la prima volta regole internazionali sui trasferimenti di armi, diventerà vincolante per gli Stati aderenti.
    Rete Italiana per il Disarmo e le realtà italiane che fin dal principio hanno sostenuto la campagna mondiale Control Arms esprimono tutta la loro soddisfazione per il risultato raggiunto. Obiettivo centrato anche grazie alla ratifica dell’Italia, avvenuta nel 2013 con voto unanime del Parlamento.
  • I prossimi passi per la Pace

    I prossimi passi per la Pace

    La piattaforma di azioni e proposte per affrontare i conflitti e costruire un futuro di giustizia.
  • Pubblicazione del nuovo Annuario di OPAL dal titolo: “Commerci di armi, proposte di pace”

    Pubblicazione del nuovo Annuario di OPAL dal titolo: “Commerci di armi, proposte di pace”

    Il volume sarà presentato alla stampa mercoledì 12 novembre 2014, ore 17.45, presso la Libreria dei Popoli – CSAM, Missionari Saveriani, via Piamarta 9, Brescia
  • Quella pacifica valle bresciana che vende armi a mezzo mondo

    Quella pacifica valle bresciana che vende armi a mezzo mondo

    Val Trompia - Una terra lunga 50 km produce il 60% delle pistole e carabine d’Europa. E grazie a una legge flessibile qualcuna finisce dove non dovrebbe.

    Un giro d’affari da 7 miliardi l’anno. Le cose potrebbero cambiare ora che entra in vigore un nuovo trattato Onu
    Giorgio Ghiglione
  • Rete Disarmo: necessaria ma insufficiente legge sui limiti al passaggio all’industria militare di ex-generali

    Rete Disarmo: necessaria ma insufficiente legge sui limiti al passaggio all’industria militare di ex-generali

    La Rete Italiana per il Disarmo, pur considerando positivo che il Parlamento affronti la questione, non considera ancora sufficienti le iniziative intraprese in seno alla Commissione Difesa sulla proposta di legge “in materia di limiti all’assunzione di incarichi presso imprese operanti nel settore della difesa da parte degli ufficiali delle Forze armate che lasciano il servizio con il grado di generale o grado equiparato” (Proposta di AC 2428).
    Una lettera in tal senso è stata inviata nei giorni scorsi ai componenti della Commissione Difesa della Camera dei Deputati ed al promotore della legge Onorevole Carlo Galli.
  • F-35: diteci la verità sugli acquisti e i contratti!

    F-35: diteci la verità sugli acquisti e i contratti!

    La nostra Campagna considera grave e negativa l’intenzione del Governo – annunciata oggi dal Ministro Pinotti al Senato - di procedere a questo ulteriore acquisto senza attendere la nuova impostazione del programma che dovrebbe derivare dalle mozioni votate alla Camera.
    La campagna “Taglia le ali alle armi” rinnova la propria richiesta: per poter comprendere appieno il programma F-35 occorre la massima trasparenza, finora non presente sui dettagli dei contratti.

Commercio di armi

Traffici di armi

Export militare italiano

Spese militari

  • F35 e non solo, la «casta» intoccabile

    F35 e non solo, la «casta» intoccabile

    Rinunciando ai cacciambordieri e tagliando benefit e supercompensi si potrebbero recuperare 4,5 miliardi, utili per affrontare le priorità del Paese
    Francesco Vignarca
  • F-35: il ritardo è servito

    F-35: il ritardo è servito

    In anteprima per Altreconomia l'analisi del documento del Pentagono che analizza le problematiche del programma degli F-35 e lancia un forte allarme sui rischi di ritardo. L'Italia potrebbe aver iniziato ad acquistare velivoli che non hanno raggiunto le caratteristiche e specifiche tecniche previste dal contratto.
    Francesco Vignarca

Notizie di disarmo

.