ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

Il vescovo Giudici: basta dare armi alla Libia

"La legge 185 disciplina questo settore - dice il presule presidente di Pax Christi -: è stata una conquista dell'opinione pubblica. Questa legge chiede di non vendere le armi a Paesi in cui sono violati i diritti umani" dice il presule
Fonte: La Provincia Pavese - 02 marzo 2011

Rivedere il trattato tra Italia e Libia che ha favorito la vendita di armi italiane al regime di
Gheddafi. Lo vorrebbe il movimento 'Pax Christi Italia' guidato da monsignor Giovanni Giudici, vescovo di Pavia, che ha anche organizzato una raccolta di firme per chiedere al governo italiano la sospensione del progetto di costruzione dei cacciabombardieri F35.

Mons Giudici Gli avvenimenti di questi giorni  - sottolinea Giudici - ci mostrano quanta ambiguità ci sia nella produzione e nel commercio delle armi. Tra l'altro in Italia abbiamo la legge 185 che disciplina questo settore: è stata una conquista dell'opinione pubblica. Questa legge chiede di non vendere le armi a Paesi in cui sono violati i diritti umani. E' una normativa molto avanzata, anche rispetto ad altre nazioni europee: quindi vale la pena applicarla¯. Le iniziative che stiamo prendendo - spiega il vescovo - sono orientate a richiamare chi governa alla responsabilità etica del proprio impegno.

Gli F35 sono aerei progettati per la distruzone - continua Giudici - si tratta di un modello del tutto contrario ad una lettura ragionevole dei rapporti internazionali. E' costoso fermarsi, ma è più costosto continuare.

Ci domandiamo: quali sono le armi della pace di cui ha parlato il Papa nel messaggio di Capodanno?
Sono lo sviluppo dei popoli e la giusta distribuzione dei beni della terra: è in questo modo che si prevengono le aggressioni¯.

Note: Articolo al link http://laprovinciapavese.gelocal.it/cronaca/2011/03/02/news/il-vescovo-giudici-basta-dare-armi-alla-libia-3577523
.