ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

Israele, intercettata nave con 500 tonnellate di armi

Fonte: Il secolo XIX - 04 novembre 2009

Blitz della marina israeliana su un cargo che trasportava 500 tonnellate di armamenti dall’Iran agli Hezbollah. A confermarlo è stato il primo ministro dello Stato ebraico, Benjamin Netanyau. La nave, intercettata al largo di Cipro, era carica di razzi katyusha, mine anticarro, granate ed esplosivo oltre ad armamenti sofisticati di nuova generazione . «Si tratta di un ulteriore successo nella lotta senza fine al traffico di armi ed equipaggiamenti militari verso i terroristi che minacciano la sicurezza di Israele», ha commentato il ministro della Difesa, Ehud Barak.

Il portavoce militare israeliano Avi Benayahu ha ribadito che il carico di armi proveniva dall’ Iran ed era destinato ai guerriglieri libanesi Hezbollah. Era transitato dall’Egitto: ma le autorità egiziane - ha precisato - erano del tutto ignare del contenuto dei container. La nave `Francop´ è risultata essere di proprietà tedesca. Il suo capitano è un cittadino polacco e così pure gran parte dell’equipaggio. Secondo Benayahu il capitano e i marinai sono risultati estranei alla vicenda e dunque saranno rilasciati appena possibile, assieme con la loro nave.

Benayahu ha quindi affermato che la nave rappresentava un pericolo costante «per l’equipaggio, per le linee di navigazione e per i porti che ha toccato», viste le grandi quantità di esplosivo che erano state celate all’suo interno: oltre 500 tonnellate, ossia dieci volte il carico della nave `Karine A´ inviata nel 2002 dall’Iran - secondo Israele - ai miliziani di Yasser Arafat impegnati nell’intifada. Intercettata nel mar Rosso, quella nave trasportava 50 tonnellate di armi, fra cui un quantitativo di razzi katyusha. Benayahu ha precisato che il commando israeliano che la scorsa notte ha fatto irruzione sulla nave non è ricorso alla forza. Ha spiegato al capitano che doveva compiere una ispezione e questi non ha opposto resistenza. Aperti alcuni container sono presto apparsi ingenti quantità di armamenti, dissimulati in vario modo fra altre merci. I membri del commando hanno allora avuto ordine dai loro superiori di procedere senz’altro al sequestro della nave.

Per il presidente della Knesset, Reuven Rivlin, la scoperta della nave carica di armi «dimostra ancora una volta che i terroristi non perdono un solo momento nel loro sforzo di minacciare l’esistenza di Israele».

Note: Articolo al link http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p/mondo/2009/11/04/AMDaqq4C-israele_intercettata_tonnellate.shtml
.