ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

Mali, islamisti trafficano armi provenienti dalla Guinea

Fonte: Peacereporter - 27 febbraio 2009

Con i proventi dei sequestri, al Quaeda acquista armamenti nel Maghreb islamico
Mali, armi traffici
Secondo quanto rivelato dal portavoce dei Tuareg del Sahara, Ahmad Sayd Ahmad, ‘al-Qaeda ha finanziato di recente una nuova rete di contrabbando di armi che parte dalla capitale del Mali, Bamako, fino ad arrivare a Timbuktu, dove ci sono loro uomini perché in quella zona vivono tribù arabe e beduine'.

‘Partendo dal Mali - prosegue Sayd Ahmad - hanno trovato dei trafficanti di armi in Guinea che possono vendere loro importanti carichi e farli passare attraverso il confine del Paese africano, contando sulla scarsità di controlli'. Proprio in passato, ammette l'esponente Tuareg, furono proprio i loro uomini a fornire le armi agli islamisti, ma ora i rapporti si sarebbero deteriorati a causa di un violento scontro a fuoco avvenuto nella primavera del 2006. D'allora l'approvigionamento di armi avverrebbe partendo dal Mali da dove è possibile comprare armi in Guinea. Ieri le guardie di frontiera del Mali hanno fermato un camion carico di armi destinate ad al-Quaeda in Algeria. Si tratterebbe di un vero e proprio arsenale da guerra, comprensivo di razzi anti carro, missili Hawn, armi russe e ceche. I due autisti hanno confessato alla polizia di trasportare armi per al-Quaeda, di arrivare dalla Guinea e che quello fermato era solo uno dei tre carichi partiti dal Paese dell'Africa sub-sahariana. Gli altri due carichi, dicono gli autisti, sarebbero giunti a destinazione senza problemi. Il denaro per l'acquisto delle armi proverrebbe dal riscatto ottenuto per la liberazione dei due turisti austriaci, rapiti lo scorso anno in Tunisia e liberati a novembre in Mali.

Note: Articolo al link http://it.peacereporter.net/articolo/14447/Mali,+islamisti+trafficano+armi+provenienti+dalla+Guinea
.