ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

Italia: droga e armi, imprenditore arrestato nel Varesotto

Fonte: Ticino News - 26 gennaio 2008

Un imprenditore varesino è stato arrestato per possesso di armi clandestine, ricettazione e detenzione di droga ai fini di spaccio. L'uomo, un 46enne incensurato, è titolare di un'azienda di Venegono Inferiore che produce tubi ad uso industriale e dà lavoro a una trentina di dipendenti.

In un locale annesso al suo ufficio, tra gli indumenti degli operai, erano nascosti 80 grammi di cocaina e sostanze da taglio (il tutto all'interno di guanti da lavoro), un fucile a canne mozze e una pistola a tamburo carica, entrambi con i numero di matricola limati. Il fucile, in particolare, aveva subito alcune modifiche per renderlo più micidiale: sul dorso del calcio era stato fissata una placca di metallo che consente di sparare due colpi contemporaneamente, la canna segata aumenta il diametro della rosa dei pallini. Inoltre era stato smussato il calcio per permettere di nascondere l'arma sotto i vestiti.

Alle 21 di ieri i carabinieri si sono presentati nella sua abitazione, hanno atteso l'arrivo del legale dell'industriale e poi l'hanno perquisita. Altri militari, alla stessa ora, erano ai cancelli dell'azienda, a pochi minuti di strada da Tradate. Nella ditta i militari hanno trovato quello che cercavano, sulla base dei risultati di un'indagine durata pochi giorni, dopo una segnalazione circostanziata giunta loro da una fonte confidenziale. Solo l'imprenditore aveva accesso al locale magazzino.

Note: Articolo al link http://new.ticinonews.ch/articolo.aspx?id=46674&rubrica=15
.