ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

Si batteva contro le bande, arrestato per traffico di armi

E. Locci
Fonte: La Stampa - 19 gennaio 2008

Hector Marroquin ha tentato di vendere armi a un agente infiltrato. Nel 1996 aveva fondato "No guns" ricevendo oltre 1,5 milioni di fondi pubblici

Marroquin
Da anni combatteva contro la violenza nelle strade e la cultura delle bande ma è finito in carcere per traffico di armi. Hector Marroquin, anni fa era un membro dei una delle più pericolose gang che terrorizzavano Los Angeles. Ma un giorno Hector ha deciso di cambiare vita e nel 1996 ha fondato la "No guns", un'associazione che si proponeva, come si propone ancora, di togliere i ragazzi dalle strade, e quindi sottrarli all'influenza delle bande, insegnando loro un mestiere e proponendo un diverso stile di vita. L'associazione è diventata una delle organizzazioni più importanti della città e dal 2003 al 2006 ha ricevuto oltre 1,5 milioni di dollari in finanziamenti dal comune di Los Angeles. Ma lo scorso maggio, Marroquin è stato arrestato per aver tentato di vendere a un agente federale sotto copertura una partita di armi semiautomatiche. Lo scambio della merce è stata filmata da telecamere nascoste, che hanno fornito la prova decisiva per convincere il giudice a condannare l'uomo 51enne al 8 anni di reclusione. L'arsenale comprendeva un Ewbanne un Mak-90, entrambi fucili semiautomatici, e un M-11, un'arma più piccola. L'episodio ha convinto le autorità che l'uomo sia stato negli ultimi anni uno "shot caller", ovvero i membri "invisibile" delle bande che impartiscono ordini rimanendo nell'ombra.

I finanziamenti cittadini a "No guns" erano stati interrotti nel 2006 in seguito all'arresto del figlio di Marroquin, Hector junior - anche lui attivo nell'associazione - era stato arrestato per irruzione armata in una proprietà privata.

Note: Articolo al link http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=69&ID_articolo=1013&ID_sezione=138&sezione=Anteprime%20dagli%20Usa
.