ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Lancio mondiale della Campagna “Lend your leg” in occasione dell’Anniversario dell’entrata in vigore del Trattato di Ottawa per la messa al bando delle mine.

Fonte: Campagna Italiana contro le Mine - 01 marzo 2012

La Campagna Internazionale contro le mine (ICBL) e l’Agenzia delle Nazioni Unite per la Mine Action (UN Lend your leg

MAS) hanno deciso di lanciare a livello mondiale l’iniziativa dell’associazione colombiana Arcangeles “Lend your leg”  che lo scorso anno ha riscosso moltissimo successo nel paese latinoamericano, contribuendo all’adozione di una legge volta al miglioramento della protezione delle vittime dei conflitti, compresi i sopravvissuti da mina.

La Campagna si svolgerà dal 1 marzo al 4 aprile 2012  - Giornata Internazionale per la sensibilizzazione sul problema delle mine e sostegno alla Mine Action indetta dalle Nazioni Unite e consiste nel coinvolgere il più alto numero possibile di persone, compresi personaggi pubblici e famosi nel semplice gesto di arrotolarsi una gamba del pantalone per esprimere la propria solidarietà alle vittime di ordigni inesplosi e richiamare l’attenzione su questa problematica. Il lancio a livello globale infatti vuole fornire l’occasione per richiedere a tutti quei governi che ancora non hanno aderito al Trattato di Ottawa di provvedere in tempi rapidi e richiamare invece i paesi parte ad un pieno rispetto degli obblighi del Trattato.

La Campagna Italiana contro le mine, membro della ICBL e della Cluster Munitio Campagna Mine n Coalition  parteciperà alle iniziative proposte, cercando di coinvolgere personaggi dello spettacoli, politici e tutti coloro che vorranno prestare una loro gamba per raggiungere l’obiettivo di un mondo libero dalle mine.

Il motto italiano sarà “Presta la tua gamba a sostegno dei diritti delle vittime degli ordigni inesplosi e delle persone con disabilità”. Le attività dell’associazione da diversi anni mettono in evidenza  le connessioni tra 3 diverse Convenzioni Internazionali sottoscritte  e ratificate dal nostro Paese : la Convenzione per la Messa al Bando delle Mine, Convenzione sui diritti delle persone con Disabilità e Convezione sulle munizioni Cluster.

“Quest’anno il 1 marzo è una data con molti significati per il nostro paese “- dichiara Giuseppe Schiavello direttore della Campagna Mine “ Non solo ricordiamo l’anniversario del Trattato di Ottawa per la messa al bando delle mine, processo in cui l’Italia ebbe un ruolo importante, ma celebriamo anche l’entrata in vigore per il nostro paese di un altro Trattato internazionale che mette al bando un’arma inumana, la Convenzione sulle Munizioni Cluster. Sottolineare questi avvenimenti con il lancio della Campagna “Lend your leg” ci sembra un buon modo per ricordare a tutti che la strada da percorrere è ancora molta, e più saremo a sostenere la battaglia  per proteggere i civili ed i bambini dall’effetto di armi disumane ed odiose più vite riusciremo a salvare. E’ importante che non ci facciate mancare il sostegno . Questa volta  dovete prestare una gamba per la difesa dei diritti umani.”

Questa è una battaglia di civiltà per la difesa dei diritti umani ,e in particolare dei diritti dei disabili e del loro inserimento ed inclusione sociale-  aggiunge Santina Bianchini Presidente della Campagna Italiana-  nella quale il nostro Paese si è, in questi anni , distinta sia per lo straordinario impegno delle associazioni non profit,  sia per il dialogo costruttivo con il Ministero degli Affari  Esteri, con il Ministero della Difesa ed il Parlamento. Non è sempre stato facile  ma siamo tra i Paesi  che si impegnano seriamente su questo fronte. Per questo speriamo che l’Italia come Paese membro della NATO voglia esercitare una moral suasion sugli Stati Uniti d’America affinché la loro politica di revisione annunciata  durante il II Meeting di revisione della Convenzione di Ottawa si tramuti nell’adesione definitiva alla Convenzione” Conclude Bianchini

“Seguiteci sul nostro sito www.campagnamine.org e sulle nostre pagine face book e twitter” conclude Schiavello.

Note:

Per ulteriori informazioni www.campagnamine.org

.