ControllArmi

ControllArmi

RSS logo

Approfondimenti

Contro mine e cluster bombs nella giornata Internazionale

Le organizzazioni impegnate in tutto il mondo nella lotta contro le mine e le cluster bombs, nella Giornata Internazionale per la Sensibilizzazione sul Problema delle Mine ed a sostegno alla Mine Action indetta dalle Nazioni Unite, chiedono di porre definitivamente fine all’uso di queste armi.
Fonte: Campagna Italiana contro le Mine - 04 aprile 2013

I membri della campagna internazionale per la  messa a bando delle mine antiuomo e della coalizione delle bombe a grappolo in 50 paesi di tutto il mondo, oggi chiedono agli Stati di porre immediatamente fine all’uso delle mine antiuomo e delle bombe a grappolo  dedicandosi ad arginare e rimuovere la loro eredità mortale.

Mine antipersona “L’uso recente di queste due armi messe al bando e vietate da parte delle  forze governative siriane, stanno causando un gran numero di vittime civili, dimostrando chiaramente il motivo per cui queste armi sono state relegate alle ceneri della storia”,  dichiara Sylvie Brigot-Vilain direttore esecutivo del ICBL-CMC. “I paesi che non hanno aderito a questi Trattati che globalmente vietano l’uso di queste armi dovrebbero farlo immediatamente” conclude Sylvie Brigot.

Il trattato di Ottawa del 1997 e la Convenzione sulle Bombe a Grappolo del 2008 sono riusciti molto bene ad affrontare e ridurre la minaccia per gli individui e le comunità di tutto il mondo dal pericolo di queste armi ormai vietate. Ad oggi vi sono 161 Stati Parti del Trattato di Ottawa mentre 111 Stati hanno aderito alla convenzione sulle Bombe a Grappolo, dei quali 80 sono tutti già Stati Parti (inclusi 3 nuovi aggiunti quest’anno ed uno la scorsa settimana- Ciad).

Grazie a questi trattati molte centinaia di chilometri quadrati di terreno precedentemente infestati sono stati bonificati e più di 46 milioni di mine antipersona sono state raccolte,  e 750.000 bombe a grappolo contenenti 85 milioni di submunizioni sono state distrutte. Ancora più importante,  il numero di vittime causate da queste armi ogni anno,  è diminuito drasticamente  a meno di 5.000 casi registrati rispetto  i 20.000 di qualche anno fa.

Campagna Mine Eppure, ogni giorno, in media 12 persone vengono uccise o mutilate da questi ordigni. Alcuni dei 60 Stati e delle 6 aree in tutto il mondo sono ancora colpiti della contaminazione da mine antiuomo e bombe a grappolo e le vittime continuano a combattere in molti paesi colpiti per accedere all’assistenza e ai servizi. 35 paesi rimangono fuori dal trattato di Ottawa e 86 fuori dalla Convenzione sulle Bombe a Grappolo

Per spingere ad una maggiore azione da parte degli Stati, gli attivisti del ICBL e CMC dall’Afghanistan allo Zambia hanno organizzato eventi di sensibilizzazione pubblica dal 1 Marzo al 4 Aprile come parte della  attività mondiale “Lend your leg”. L’idea di arrotolare una gamba dei pantaloni il 4 Aprile in solidarietà con le vittime è stata lanciata dalla ONG Colombiana Fundación Arcángeles nel 2011 per richiamare l’attenzione sul problema delle mine antiuomo ed il loro effetto devastante sulle comunità in Colombia, ed in tutto il mondo (nel 2012).  Lend your leg

La Campagna Italiana - dichiara Schiavello direttore dell’associazione – insieme all’associazione You Able, dal 1 marzo ha dato seguito ad una serie di attività ma, soprattutto ha deciso di supportare la partecipazione di atleti disabili alla maratona Stracittadina di Roma, alla Stramilano, la maratona della città di Milano e la Maratona di Bogotà dedicata a lend your leg” – molte personalità che hanno aderito già nel 2012 hanno rinnovato la loro adesione, altre si stanno aggiungendo alla maratona di solidarietà” conclude Schiavello.

Nel 2013 le campagne mondiali  hanno mobilitato celebrità, sopravvissuti, funzionari e società civile per chiedere agli Stati di: avviare  e/o velocizzare le operazioni di bonifica del terreno; la piena implementazione della legislazione diretta all’assistenza alle vittime e per migliorarne l’accesso ai servizi; distruggere le scorte di armi proibite ed aderire al Trattato di Ottawa ed alla Convenzione sulle Bombe a Grappolo.

Una lista completa delle azioni della campagne  nazionali è visibile su http://www.icbl.org/index.php/icbl/Home-Elements/Key-Issues/LYL2013/National-Campaign-Plans

Note:

Links:

Lend Your Leg call to action – audio file: http://bit.ly/LYL2013-Audio

ICBL on Flickr: http://www.flickr.com/photos/minefreeworld/sets/72157632872471810/

CMC on Flickr: http://www.flickr.com/photos/clustermunitioncoalition/

ICBL Facebook - http://www.facebook.com/minefreeworld

CMC Facebook - http://www.facebook.com/banclusterbombs?ref=hl

ICBL Twitter - https://twitter.com/minefreeworld

CMC Twitter - https://twitter.com/banclusterbombs

Landmine and Cluster Munition Monitor: For more facts on landmine and cluster munitions issues globally, and to view detailed country profiles, visit http://www.the-monitor.org/index.php

.